32° TROFEO COMPAGNONI: UN'ALTRA PAGINA DI AMICIZIA

1
min di lettura

32° TROFEO COMPAGNONI: UN'ALTRA PAGINA DI AMICIZIA

Sab, 17/09/2022 - 22:24
Pubblicato in:

Il 32° trofeo Paola Compagnoni di sabato 17 settembre 2022 ha raccolto ancora una volta grandi e piccoli nel ricordo di una presenza che da 3 decenni non abbandona l’intera famiglia Compagnoni-Cantoni e gli amici tutti di Paola, stretti in un grande abbraccio collettivo a mamma Agnese e ai fratelli Dario e Danilo.

La gara che ha preso vita nell’ormai lontano 1990 si ripropone con la stessa formula e lo stesso incontenibile entusiasmo di organizzatori e partecipanti ed è particolarmente significativo il valore che assume oggi questa manifestazione, che da una dolorosa dipartita riesce a generare nuova vita: parte del ricavato della manifestazione, infatti, verrà devoluto a suor Laura Cantoni, da anni missionaria in Brasile e anche lei parte integrante di questa grande e ramificata famiglia.

Alle 16:00 le 60 coppie di bambini si sono schierate dietro alla via Funivia, le mani sul manubrio e il piede pronto a spingere sul pedale; il tempo di attendere gli ultimi iscritti e lo speaker Giorgio Colturi ha dato il segnale per la partenza della gara dei piccoli, che si è snodata lungo un breve anello di 2 km (in bici) e 700 mt (di corsa) circa. Sull’arrivo, in attesa di scattare per la corsa, ogni frazionista si preparava a dare il cambio all’arrivo del proprio compagno in un susseguirsi di scambi, di sorpassi, di allunghi, tra le incitazioni degli amici e il profumo dei panini preparati dalla Gioventù Bormiese; quindi, è stata la volta delle 17 coppie di adulti a darsi battaglia su e giù per i pendii di Feleit, con l’ostica salita dei Buràt sulla quale più di qualcuno, negli anni, ha avuto gli incubi…

Le migliori prestazioni sono state registrate da atleti con un passato atletico importante o con un futuro sportivo ancora da costruire, per i quali i chilometri percorsi (6 km in bici e 2,5 km di corsa) costituiscono poco più di un allenamento; ma nel trofeo Compagnoni non è il cronometro che conta, bensì quel senso di comunità che si respira e che si trasmette a ogni nuova generazione, e quella consolante certezza che non si smette mai di esser parte di una famiglia. Il trofeo Compagnoni, nato per ricordare la giovane Paola, ha scritto un’altra bella pagina di grande amicizia.

 

Anna

 

Tags